NEWS

Image by Ani Kolleshi

20 Dicembre 2019

Negli ospedali italiani gli stipendi sono fermi e hanno perso potere d’acquisto. Non solo quelli dei medici ma di tutti i sanitari. La scarsa appetibilità dello stipendio ha innescato esodi che rendono sempre più esigui gli organici e sempre più gravoso il lavoro al personale che resta. 

dna-3539309_1920.jpg

10 Dicembre 2019

Ricetta elettronica per tutte le prescrizioni, mediche e veterinarie, ripetibili e non. Lo chiede Fabio Romiti, vice presidente del Movimento nazionale liberi farmacisti dopo la pubblicazione dei dati sulle resistenze agli antibiotici. «Oggi qualsiasi medicinale può essere tracciato– spiega il rappresentante del movimento che si batte per togliere i vincoli all’apertura delle farmacie– basta leggere i dati che produttori, distributori intermedi e finali conservano e mettono a disposizione. 

dna-3539309_1920.jpg

24 Novembre 2019

Una sana alimentazione per combattere i tumori, e forse pure per prevenirli.  E cure mirate, più intelligenti, con minori sprechi. L’Italia mette la genomica e l’epidemiologia al servizio della ricerca oncologica. Raccogliendo tutti i dati genetici del tumore di ogni paziente in un chip ed esportandoli in una piattaforma informatica connessa agli archivi internazionali contenenti l’intera gamma delle terapie mondiali, gli istituti di ricerca possono

vaping-4508935_1920.jpg

22 Novembre 2019

Si muove poco, mangia più dei coetanei del resto d’Europa, beve. E fuma ancora troppo. Anche per quest’ultimo vizio, non sufficientemente estirpato da misure repressive come l’aumento dei prezzi delle sigarette, l’adolescente italiano per i suoi “vizi” rischia, oggi come ieri, di essere paziente cronico da adulto.

door-349807_1920.jpg

18 Novembre 2019

Tempo di pensionamento, o lavoro nel privato più conveniente? Forse entrambe le cose. Fatto sta che le corsie degli ospedali pubblici continuano a spopolarsi di medici ed infermieri. Le regioni corrono ai ripari conferendo compiti agli specializzandi, come mira a fare la Lombardia con 2 mila giovani del 4° e 5° anno già finanziati dalla borsa di studio, o in alternativa ingaggiando dei non specialisti come hanno fatto Toscana e Veneto.

close-up-1853400_1920.jpg

06 Novembre 2019

Ogni anno la storia si ripete: si profila ancora una volta l’inserimento nella Finanziaria 2020 della norma che consente alle regioni di mettere a gara più principi attivi equivalenti per curare una stessa patologia. A parità di efficacia terapeutica, il servizio sanitario pagherebbe il prodotto meno costoso a base del principio attivo di minor costo nell’ambito della stessa classe di medicinali. 

tbel-abuseridze-eBW1nlFdZFw-unsplash.jpg

06 Novembre 2019

Storia ordinaria: il paziente iperteso non prende le medicine, e il suo medico lo ha già richiamato. Da domani potrà spiegargli gli effetti nocivi del suo comportamento anche il farmacista, se lo vede in negozio e se l’interessato partecipa a un progetto di aderenza terapeutica. 

bacteria-163711_1280.jpg

22 Ottobre 2019

Una formazione per tutti i medici, voluta dall’Ordine nazionale, per arginare i batteri resistenti: è il primo segno tangibile della lotta contro le Infezioni Correlate all’Assistenza (ICA) nel paese e lo dà la massima istituzione professionale con un evento di educazione continua a distanza. 

Ambulanza-generica-650x365.jpg

22 Ottobre 2019

Oltre un minuto. È il tempo che ci vuole per chi digita il numero 112 affinché la chiamata sia trasferita alla centrale operativa del 118. Sessanta secondi spesso determinanti in un infarto o in un ictus. Quest’estate Emilio Viafora presidente di Federconsumatori ha chiesto al ministro della Salute di mantenere i medici nelle ambulanze e di tenere come numero per le emergenze il 118 ..

michael-browning-D0ov97Td-xM-unsplash.jp

15 Ottobre 2019

Alla fine la copertura universale del servizio sanitario nazionale ha messo i denti. La battuta circola nel quartier generale della Fédération Dentaire Internationale, l’associazione dei sindacati odontoiatrici mondiali guidata da questo mese per tre anni dal dentista italiano Gerhard Konrad Seeberger. 

chemotherapy-448578_1920.jpg

15 Ottobre 2019

Due buone notizie e una cattiva sui tumori. Le diagnosi sarebbero in lieve diminuzione in Italia e cresce la sopravvivenza. Tuttavia, la letteratura smentisce l’idea secondo cui i check up scoprano il tumore in tempo e si muoia di meno. Se la mortalità diminuisce, è “grazie ai programmi di prevenzione e al miglioramento delle terapie” come ha spiegato la presidente dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica Aiom Stefania Gori..

doctors-2607295_1920.jpg

25 Settembre 2019

Ha fatto scalpore su un grande quotidiano nazionale il caso di Adriana Tartufari anestesista che a 43 anni dopo 21 giorni di lavoro consecutivi d’estate ha deciso di lasciare l’ospedale, di fruire di un anno sabbatico, di iscriversi al test di medicina generale e di qui al triennio per diventare medico di famiglia. 

vince-fleming-maC5V63oIig-unsplash.jpg

19 Settembre 2019

Fa discutere un’Intesa tra Conferenza episcopale italiana (Ufficio nazionale per la pastorale della salute) e Asl Roma 1 per istituire l’infermiere di parrocchia, una nuova figura di sostegno alle persone fragili non solo dal punto di vista sanitario ma anche sociale.

bill-oxford-8u_2imJaVQs-unsplash.jpg

10 Settembre 2019

Dovrà azzerare le attese a partire da quest’anno ed evitare viaggi della speranza se non servono. Ma il nuovo Piano nazionale liste d’attesa 2019-2021 (Pngla), varato a febbraio, come afferma il portavoce della Federzione degli ordini degli infermieri (Fnopi) Tonino Aceti, stenta a decollare.  

Schermata 2019-08-01 alle 15.58.41.jpg

02 Agosto 2019

Non solo il settore pubblico: neanche il privato riesce a portare a casa, in sanità, il contratto dei suoi dipendenti. Dopo l’ennesima mediazione fallita al ministero del Lavoro, si va verso lo sciopero, e il problema non è di poco conto: al privato è affidato ormai quasi un quarto della spesa degli italiani per la salute. 

Chirurghi durante l'operazione

29 Luglio 2019

Dopo un vuoto di dieci anni, con la firma della pre-intesa di sindacato che rappresentano i tre quarti dei medici ospedalieri, arriva il contratto pure per la dipendenza medica: l’ultimo aumento in busta paga risaliva al 2010. Nel frattempo, il potere d’acquisto degli stipendi si era eroso per una perdita complessiva di una trentina di miliardi.

filip-gielda-uNfj5UpAk1s-unsplash.jpg

26 Luglio 2019

Le bolle africane con 40 gradi e umidità “media” sono ormai la norma nelle nostre estati e possono avere effetti disastrosi sulla popolazione anziana, malata cronica, obesa. Tuttavia dal 2005, anno di inizio delle rilevazioni, ad oggi, al crescere dei giorni di caldo estremo non si è abbinata una crescita dei decessi e dei ricoveri, segno che le azioni messe in atto hanno funzionato.

Schermata 2019-07-26 alle 15.42.35.png

25 Luglio 2019

Non solo il settore pubblico: neanche il privato riesce a portare a casa, in sanità, il contratto dei suoi dipendenti. Dopo l’ennesima mediazione fallita al ministero del Lavoro, si va verso lo sciopero, e il problema non è di poco conto: al privato è affidato ormai quasi un quarto della spesa degli italiani per la salute.

alex-boyd-6-H23dfH7Qo-unsplash.jpg

08 Luglio 2019

L’invecchiamento inizia a pesare sulla salute del paese. Tra gli ultrasessantacinquenni ci sono molti cittadini in ottime condizioni, ma nell’ampia categoria moltissimi – soprattutto tra i più anziani – non stanno bene. Per essere precisi: un over 65 su tre ha difficoltà a recarsi dal proprio medico di famiglia. 

Vitamine e pillole

04 Luglio 2019

Oltre 13mila evasori totali, lavoratori del tutto sconosciuti al Fisco; 3 miliardi e mezzo di Iva non dichiarata; 6 miliardi di danni alo Stato dovuti agli illeciti dei dipendenti pubblici, e infine 157 milioni di truffe sul fronte previdenziale, assistenziale e sanitario. Queste ultime fanno più male di tutto il resto.

kuo-chiao-lin-4upJkLW4PFg-unsplash.jpg

03 Luglio 2019

Guidare mentre si dorme provoca ogni anno secondo uno studio promosso da Aci 12.300 incidenti stradali. Ma sarebbe evitabile. Ancor prima di parcheggiare sotto l’Autogrill. I 12 milioni di italiani che soffrono di colpi di sonno hanno almeno per la metà problemi di russamento conclamati: soffrono di apnea notturna...

jafar-ahmed-1396951-unsplash.jpg

17 Giugno 2019

In Molise si ingaggiano medici militari, in Veneto e Puglia pensionati sotto i 70 anni, sempre in Veneto stranieri e poi qua e là per l’Italia imperversano le cooperative pagate a forfait, per non dire dei contratti a giovani gettonisti senza specialità. La fantasia italica sta cercando di arginare l’esodo dei medici del Servizio sanitario pubblico, sempre più incisivo anche per le nuove regole su quota 100..

Schermata 2019-06-06 alle 18.04.55.jpg

10 Giugno 2019

Una dottoressa dai grandi occhi blu e un dottore, giovani, laureati in Italia, al lavoro in altri paesi. A Bari, è partita l’affissione dei manifesti della campagna della Federazione degli Ordini dei Medici-Fnomceo ‘Offre l’Italia’, sul disagio che spinge i giovani medici a fuggire all’estero. E ha contagiato tre camici su quattro. 

anastasiia-ostapovych-1627027-unsplash.j

03 Giugno 2019

Il mondo dice sì alla proposta dell’Italia di rendere più trasparenti i prezzi dei farmaci e più accessibili, di conseguenza, le cure. Proprio mentre la Fda negli stati uniti dava il via al farmaco contro l’atrofia muscolare spinale nei neonati, 2,125 milioni di dollari a ciclo che le assicurazioni potranno versare al produttore a rate, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha approvato la risoluzione sulla trasparenza dei farmaci, dei vaccini e altre tecnologie sanitarie.

frederic-koberl-975747-unsplash.jpg

28 Maggio 2019

Guerra continentale alle resistenze batteriche, accesso ai trattamenti per tutti i tumori- anche i più rari, libera circolazione dei pazienti in cerca di cure, più potere al medico di famiglia nella lotta alle cronicità. Sono le quattro richieste più pressanti giunte ai 27 stati membri dell’Unione Europea, il cui parlamento si è rinnovato nei giorni scorsi con le elezioni. 

hush-naidoo-624146-unsplash.jpg

24 Maggio 2019

Il Servizio Sanitario Nazionale fatica a conciliare controllo della spesa e mantenimento degli standard di salute raggiunti. Con questa frase si apre il 16° Rapporto Osservasalute 2018 presentato nei giorni scorsi a Roma. Lo studio realizzato da 318 ricercatori dell'Osservatorio Nazionale sulla salute nelle Regioni italiane diretto da Walter Ricciardi conferma il boom di anziani..

hyttalo-souza-1074680-unsplash.jpg

24 Maggio 2019

Torna l’obbligo vaccinale in tutta Europa, e l’Italia che ha fatto da antesignana va controcorrente. Mentre in Senato, in Commissione Sanità, riprende la discussione del decreto che, dopo varie polemiche politiche, dovrebbe attenuare gli obblighi introdotti due anni fa per gli under 16, e in attesa che la Francia avvii i controlli nelle scuole per verificare le adesioni al neo-introdotto obbligo, è la Germania a scendere in campo.

sven-662061-unsplash.jpg

14 Maggio 2019

L’obiettivo è rendere più accessibili le cure e i servizi collegati alla sanità, anche quelli anagrafici, togliendo passaggi burocratici. I destinatari sono tutti gli abitanti del pianeta e in particolare le fasce più svantaggiate. Nasce così la linea guida sulla sanità digitale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

szabo-viktor-1177648-unsplash.jpg

14 Maggio 2019

Le regioni avanzano sul fascicolo sanitario e la privacy dei pazienti torna problema d’attualità per tutti gli operatori del sistema salute, in particolare i medici. La Finanziaria 2019 conferma che per fruire di tutto l’incremento previsto nel Fondo sanitario, le giunte regionali devono sbrigarsi ad adottare il Fascicolo sanitario elettronicoio nazionale, italiani e stranieri: 10 mila laureati in medicina italiani rimasti fuori dalle scuole di specializzazione post-laurea e dal triennio di medicina generale; di altri 9 mila che, scartati al test d’ammissione a Medicina, sono stati riammessi dai Tar, si laureeranno a partire dal 2021 e “sgomiteranno” per avere il loro posto nelle specialità; e di 19 mila medici stranieri, circa un 70% specialisti. Il Servizio sanitario non può fare a meno di nessuno di loro: tra medici ospedalieri e di famiglia entro il 2025 ne mancheranno ...

nathan-dumlao-572049-unsplash.jpg

03 Maggio 2019

Trentottomila medici da non perdere. Sono i prodotti del “vivaio” universitario nazionale, italiani e stranieri: 10 mila laureati in medicina italiani rimasti fuori dalle scuole di specializzazione post-laurea e dal triennio di medicina generale; di altri 9 mila che, scartati al test d’ammissione a Medicina, sono stati riammessi dai Tar, si laureeranno a partire dal 2021 e “sgomiteranno” per avere il loro posto nelle specialità; e di 19 mila medici stranieri, circa un 70% specialisti. Il Servizio sanitario non può fare a meno di nessuno di loro: tra medici ospedalieri e di famiglia entro il 2025 ne mancheranno ...

1 jhon-david-788211-unsplash.jpg

03 Maggio 2019

Dopo i certificati di malattia e quelli di infortunio le regioni vorrebbero far rientrare in un accordo con i medici di famiglia anche i certificati di invalidità. Ci prova la Lombardia con l’Assessore al Welfare Giulio Gallera: i medici sarebbero pagati con risorse regionali da quantificare. Non è la prima convenzione regionale extra-servizio sanitario per i medici di famiglia...

marcelo-leal-525139-unsplash.jpg

22 Marzo 2019

Avere il polso per tutta Italia di quanto colpiscono i tumori, qual è la mortalità, a quali fattori sono legati, e mettere in campo correttivi: sono gli obiettivi della legge appena approvata in parlamento che unifica i tantissimi registri tumori locali, regionalizzati da due anni, in un’unica rete nazionale. Una legge proposta da esponenti del Movimento 5 stelle che nelle intenzioni non dovrà costare una lira al Servizio sanitario...

dan-gold-298710-unsplash.jpg

22 Marzo 2019

La nuova frontiera dell’oncologia non si chiama soltanto terapia genica, immunoterapia o adroterapia. Passa piuttosto per la nutrizione corretta del paziente; tendenzialmente, un paziente oncologico dimagrito di molti chili è malato non solo di tumore ma anche di malnutrizione. Per sensibilizzare in materia, la Favo (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia) insieme alle società scientifiche Sico, Sinpe, Sinuc e all’Unione Italiana Food-Nutrizione Medica ha presentato uno studio che fa il punto su come le regioni stiano applicando l’accordo con il governo del 2017 che impone a loro e alle aziende sanitarie di garantire al malato di cancro la valutazione...

martha-dominguez-de-gouveia-572641-unspl

13 Marzo 2019

Un paziente ha bisogno di un esame in tempi contenuti. Le strutture pubbliche non sono in grado di erogarglielo. Fin qui doveva rivolgersi al privato e pagare di suo. Ora il manager dovrà aprirgli l’ospedale nelle ore “desuete”, in cui ci si fa solo libera professione. Il paziente pagherà il ticket e l’azienda si sobbarcherà la prestazione del personale. Con il quale dovrà concludere un accordo per questo “nuovo” tipo di libera professione. Il direttore generale che non fosse in grado di erogare i livelli essenziali di assistenza salterà...

thomas-kinto-1142485-unsplash.jpg

04 Marzo 2019

Si chiama Value Based Healthcare, è un modo di valutare la spesa per la salute partendo non dalle prestazioni ma dal confronto tra investimenti pubblici su una tecnologia ed esiti di salute misurati anche in produttività. Ne ha parlato Francesco Saverio Mennini del CREA dell’Università Roma Tor Vergata al congresso della sezione lombarda della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale, il principale sindacato dei medici di famiglia...

joshua-coleman-623077-unsplash.jpg

21 Febbraio 2019

Cinque confezioni ogni diecimila distribuite nei paesi europei sono contraffatte e rappresentano una minaccia per la salute dei cittadini della Comunità. Dallo scorso 9 febbraio, a seguito delle direttive approvate all’inizio del decennio, le specialità commercializzate nei paesi membri Ue devono riportare un bollino con un nuovo codice anticontraffazione...

david-mao-7091-unsplash.jpg

20 Febbraio 2019

Moltissimi bambini e casi non banali tra gli adulti. In questo si è tradotta l’ultima epidemia influenzale – fin qui la terza peggiore dal 2004 ad oggi – nelle case degli italiani ma anche nei pronti soccorso. Ci sono finiti in molti tra i 4,5 milioni di italiani colpiti dal virus stagionale. E tra le 52 vittime e i circa 300 casi gravi curati non ci sono solo anziani: l’identikit “medio” è di un “over 50” non vaccinato nell’84% dei casi...

helloquence-51716-unsplash.jpg

19 Febbraio 2019

Meno soldi, e probabilmente più lavoro da fare, anche se non per tutti. Questo lo scenario per i medici, di famiglia e di pronti soccorso, dopo che la Finanziaria 2019 ha vietato di farsi pagare dai pazienti i certificati di infortunio e di malattia professionale dirottando i camici sulla certificazione telematica. I commi 526-530 prevedono che le risorse impegnate dall’Inail...

justin-chrn-1171875-unsplash.jpg

29 Gennaio 2019

Non penalizza il Sud il regionalismo differenziato, con le regioni del Nord –Veneto, Emilia Romagna, Lombardia – che potranno fare di più per la sanità dei propri cittadini grazie all’autonomia in arrivo. Lo ha detto il Ministro della Salute Giulia Grillo che, incontrata la collega agli Affari Regionali Erika Stefani, ha garantito: Se ci sarà da sostenere regioni in difficoltà, il Governo lo farà comunque. Tutto questo alla vigilia di febbraio...

calvin-hanson-671278-unsplash.jpg

22 Gennaio 2019

Un sottile filo rosso lega lo sciopero dei medici ospedalieri del prossimo 25 gennaio al rapporto Eurostat Healthcare personnel che traccia uno screening per età, sesso, distribuzione della popolazione medica nei paesi dell’Unione Europea.Noi abbiamo sempre meno medici e sempre più vecchi, e all’estero piacciono tutte e due le tipologie, s’è vero che in Veneto “reclutatori” provenienti in particolare da paesi di lingua tedesca si aggirano per attrarre i medici del Servizio pubblico ..

luis-melendez-530478-unsplash.jpg

16 Gennaio 2019

Il medico specializzando deve o no operare in autonomia, svolgere compiti assistenziali e diagnostici delicati, insomma prendersi i compiti, e in parte le responsabilità, dello strutturato al cento per cento anche se tale non è? La materia divide i medici. Ma divide anche l’Italia dagli altri paesi dove il medico in formazione può operare autonomamente, e per un anno ha diviso anche le Regioni, ben possibiliste, dal governo centrale, “conservatore”...

thomas-drouault-793767-unsplash.jpg

28 Dicembre 2018

Impulso al Dossier formativo, individuale o di gruppo; valorizzazione dell’autoformazione; 0,3 crediti in più all'ora per temi formativi d’interesse regionale o nazionale. Sono le principali novità sulla Formazione continua nel settore salute, emerse dai 2 giorni di meeting sulla "Formazione continua nel settore salute", organizzati a Roma da Commissione nazionale...

rawpixel-611110-unsplash.jpg

28 Dicembre 2018

No all’uso di abbreviazioni, acronimi, sigle e simboli: può indurre in errore e causare danni ai pazienti. Lo ha stabilito il Ministero della Salute che a dicembre (Ufficio 3 Programmazione sanitaria) ha elaborato una raccomandazione a Regioni aziende sanitarie medici infermieri coinvolti nella terapia e gestione dei farmaci, inclusi medici di famiglia e di guardia e farmacisti di comunità oltre che i risk-manager.[...]

sara-kurfess-747821-unsplash.jpg

28 Dicembre 2018

Non più un mese, ma circa due, e una sola domanda da fare, per trasferirsi ad esercitare oltrefrontiera, e più chance per vedersi riconosciuti i titoli in cambio di qualche fatica in più. Uniformandosi, a quanto pare, alle prassi di recepimento adottate negli altri paesi dell’Unione Europea, il nostro senato ha approvato il 5 dicembre il disegno di legge “Europea” n.822 che uniforma i requisiti per il riconoscimento dei titoli ai fini del trasferimento di nostri sanitari in paesi membri dell’Unione Europea e viceversa di professionisti del resto dell’UE da noi. [...][...]

ben-white-292680-unsplash.jpg

18 Dicembre 2018

«Non erano mai state stanziate risorse dedicate specificatamente alle liste d'attesa. Noi lo stiamo facendo». Così commenta il ministro della Salute Giulia Grillo, dopo aver trasmesso alle Regioni il nuovo Piano Nazionale di Governo delle Liste di Attesa: un documento che in Italia mancava da quasi 10 anni e che prevede misure per tagliare le attese per esami e visite specialistiche. [...]

LISTE D’ATTESA, PIANO NAZIONALE MIRA AD AZZERARLE. EMILIA ROMAGNA GIÀ AL TRAGUARDO

david-sinclair-623963-unsplash.jpg

17 Dicembre 2018

La popolazione italiana in dieci anni è invecchiata e molte patologie si sono radicate, specie nelle regioni più povere e - questo forse il dato meno atteso – indipendentemente dall’età dei residenti. Lo afferma l’undicesimo report di Health Search, istituto di ricerca della Società Italiana di Medicina Generale-SIMG che oggi può vantare ben 863 ricercatori medici di famiglia in grado di processare i dati relativi alle visite svolte in studio su un campione di 1.065.000 assistiti. Anche gli italiani si sono legati di più al loro medico curante: le visite per paziente nel 2006[...]

ITALIANI INVECCHIATI E MENO SANI, VANNO DAL MEDICO IL DOPPIO RISPETTO A 10 ANNI FA

rawpixel-740376-unsplash.jpg

13 Dicembre 2018

Medici di famiglia affondati da burocrazia e burn-out, tra l’altro a un’età non più giovane –la media ha passato i 50 anni – ma proprio per il lavoro svolto in questi anni sempre più graditi agli italiani. Che sembra non si accorgano del quotidiano impegno dei camici sul territorio, ma in realtà capiscono eccome. Questo dicono due indagini parallele presentate da enti completamente diversi, e su numeri diversi. Si tratta del rapporto Censis “Il medico pilastro del buon servizio sanitario” presentato per i 40 anni del Servizio Sanitario Nazionale, e la ricerca «Salute 4.0: curarsi nell'era digitale, generazioni a confronto», commissionata da Bnp Paribas Cardif all'istituto Eumetra ME. La prima “istituzionale”, la seconda una “radiografia” del rapporto cittadini-web.[...]

SORPRESA, NELL’ERA DEL WEB MEDICI DI FAMIGLIA PIÙ AFFIDABILI CHE MAI PER GLI ITALIANI

jose-antonio-gallego-vazquez-730512-unsp

06 Dicembre 2018

Talvolta, anche sui media, si racconta di scenari in cui singole farmacie, affittando locali a gruppi di medici, se ne vedono indirizzare i pazienti ottenendo vantaggi commerciali. Eppure, dal rapporto presentato dal Tribunale del Malato-Cittadinanzattiva con Federfarma e Teva questo scenario esce ridimensionato. Dal questionario porto a 1075 farmacisti di tutte le età e di tutta Italia viene fuori che solo in un 29% dei casi nell’ambito dove c’è una farmacia c’è anche una medicina di famiglia di gruppo, e l’interazione tra farmacia e aggregazione di medici sussiste solo in un caso su dieci di quelli in cui la contiguità sussiste.[...]

FARMACIA DEI SERVIZI, DECOLLO CONDIZIONATO DA UNA FIN TROPPO BASSA INTERAZIONE CON I MEDICI

louis-reed-747388-unsplash.jpg

2O Novembre 2018

Nove o undici milioni gli italiani senza sanità? Forse sono meno, sei milioni, ma la cosa non può consolare. Il presidente Istat Maurizio Franzini in audizione alla Camera sulla Manovra ha spiegato che oltre 4 milioni di connazionali rinunciano ad accertamenti specialistici o visite per motivi economici e altri 2 milioni rinunciano per problemi di liste di attesa. A rassegnarsi di più non sono i più anziani, ma la fascia adulta vicina all’età pensionabile dove si trovano “poveri di ritorno”, tra i 45 e 64 anni.  [...]

 SANITÀ I NUMERI DELLA CRISI: SEI MILIONI ESCLUSI DA ACCERTAMENTI, UNO SU DIECI NON PUÒ CURARSI

rawpixel-1113214-unsplash.jpg

2O Novembre 2018

Italia divisa in due anche per i certificati medici di riammissione a scuola. Certificati che devono accompagnarsi alla giustificazione quando l’assenza dura più di cinque giorni. O meglio, dovevano. Ormai sono otto le regioni che hanno varato nuove norme antiburocrazia per semplificare il ritorno a scuola. Alle sette preesistenti- Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Liguria ed Umbria–si aggiunge il Lazio che sul bollettino ufficiale numero 86 del 23 ottobre 2018 abolisce l’onere. [...]

RITORNO A SCUOLA, DA ROMA IN SU NIENTE CERTIFICATI MEDICI, REGION "SEPARATE DI FATTO" SU RISCHIO CONTAGI

rawpixel-632460-unsplash.jpg

9 Novembre 2018

Introdurre una tassa che aumenti del 20% il costo delle bevande zuccherate. Dopo Inghilterra, Irlanda, Francia, Ungheria e Portogallo anche l’Italia ci pensa. Ben vista da alcuni parlamentari, e oggetto di una raccolta firme del quotidiano online “il Fatto alimentare” cui hanno aderito Società Italiana Diabetologia, Associazione nazionale dietisti, Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, European Childhood Obesity Group, Federazione Italiana Medici Pediatri [...]

SETTIMANA DEL DIABETE, L’ITALIA SCOPRE LA SUGAR TAX, MA NON FA EDUCAZIONE SANITARIA

hyttalo-souza-1074680-unsplash.jpg

29 Ottobre 2018

Esistono quattro modi di essere Europa sulle vaccinazioni, da Ovest ad Est. Ci sono nazioni come Regno Unito, Olanda e Portogallo dove tutti i medici sono convinti dell’efficacia dei vaccini e quasi tutti i pazienti target si vaccinano per il morbillo e una maggioranza contro l’influenza. Più a Est ce ne sono altre come Francia (e meno Germania) dove ai vaccini crede il 99% dei medici ma combatte contro sacche di scetticismo. Ci sono altri paesi intermedi come l’Italia dove lo scetticismo dei pazienti è lo stesso ma quello dei medici è leggermente maggiore. [...]

VACCINI, SU INFLUENZA E MORBILLO MEDICI ITALIANI PIU SCETTICI DI COLLEGHI INGLESI E TEDESCHI

hal-gatewood-405338-unsplash.jpg

24 Ottobre 2018

I tumori sono sempre più diffusi in Italia. E se forse come malattia si curano meglio, come costi necessari ad affrontare le terapie fanno sempre più paura. Crescono le spese del servizio sanitario nazionale e di pari passo, come denuncia la Conferenza Nazionale del Collegio Italiani Primari Oncologi Medici Ospedalieri, il volume di lavoro dei reparti. Tre le notizie chiave che arrivano dalla conferenza Cipomo. La prima è positiva: grazie all’efficacia delle cure è aumentata la durata della malattia dopo la diagnosi di cancro. [...]

TUMORI, PIU' SOLUZIONI PER GUARIRE MA IL NODO DEI COSTI PESA SUL FUTURO

rawpixel-609006-unsplash (1).jpg

16 Ottobre 2018

Avremo in media 9 mila medici in meno ogni anno nei prossimi 5 anni, e altrettanti ospedalieri. I pretendenti per sostituirli in teoria sarebbero 16 mila, tanti quanti si presentano annualmente al test d’ingresso al corso triennale di medicina generale, ma questo test in passato ha selezionato poco più di mille candidati alla volta, solo quest’anno le borse sono raddoppiate. Così nel paese che ha la classe medica più “anziana" del mondo, il ministro della salute Giulia Grillo parla di giovani medici “usa e getta”.[...]

MEDICO DI FAMIGLIA, TRE STRADE PER EVITARE CHE MILIONI DI ITALIANI LO PERDANO

christian-wiediger-735834-unsplash.jpg

09 Ottobre 2018

Un sistema sanitario europeo è ancora di là da venire. Malgrado la liberalizzazione delle cure, sono i sistemi sanitari nazionali e le assicurazioni dei paesi membri a coprire la salute degli stranieri comunitari come farebbero per i propri cittadini. E lo fanno poco. Lo certifica la Commissione UE nella relazione all’europarlamento che è tenuta a fare ogni 3 anni sullo stato di attuazione della direttiva europea Transfrontalieri.[...]

CURE ALL'ESTERO, DIRETTIVA TRANSFRONTALIERI NON ANCORA BENE UTILIZZATA DAI CITTADINI EUROPEI

roman-kraft-266787-unsplash.jpg

25 Settembre 2018

Badante in casa? Residenza sanitaria? In realtà circa 8 famiglie su 10 in Italia preferiscono sostenere il malato di Alzheimer in casa propria assumendosi i costi dei trattamenti: gli dedicano circa 7 ore di assistenza diretta, ossia di pura cura, e 11 di sorveglianza ossia di tempo trascorso con lui. Una generosità che a volte si paga con un esaurimento nervoso.[...]

ALZHEIMER, ECCO LA DIAGNOSI PRECOCE PER DECIDERE PRIMA L’ASSISTENZA CON IL PAZIENTE

marcelo-leal-525182-unsplash.jpg

21 Settembre 2018

Nel programma dei partiti al governo (Movimento 5 stelle e Lega Nord) c’era un maggior finanziamento del servizio sanitario. Il M5S in particolare evocava 2,5 miliardi l’anno in più per il Fondo nazionale, ma difficilmente ci sarà un exploit con la prossima Finanziaria. Ne è convinto l’osservatorio Gimbe che di recente ha analizzato quanto il contratto per il cambiamento tra le due forze politiche di governo rispetti i dodici punti indicati dalla stessa Fondazione per salvare il servizio sanitario. [...]

POCHI INFERMIERI, ITALIA AGLI ULTIMI POSTI, E LA MORTALITA’ DEI PAZIENTI PUO’ SALIRE